Eventi

17 nov 2017 09:00 - Seminario di studio

INTERVENTI TERAPEUTICI NELLE ADOZIONI DIFFICILI

Treviso Hotel Maggior Consiglio

Relatore:

Francesco Vadilonga

Nell'ultimo decennio il contesto dell'adozione è profondamente mutato.

Stiamo assistendo ad una trasformazione della tipologia dei bambini adottabili e quindi ad una conseguente trasformazione dell'adozione che sempre più sta diventando una risposta per quei bambini che hanno vissuto esperienze traumatiche, maltrattamenti, abusi sessuali e arrivano nella famiglia adottiva con un portato di sofferenza, di sconcerto, di confusione. L'impatto con il bambino traumatizzato mette a dura prova le resistenze e le capacità dei genitori adottivi e provoca, nei casi più gravi, restituzioni, rifiuti, espulsioni. Risulta di fondamentale importanza per il buon esito dell'adozione mettere in atto buone prassi di sostegno ed interventi terapeutici specialistici.

Se concepiamo l'adozione come un processo di ristrutturazione dei modelli mentali del bambino e delle sue rappresentazioni, che fa leva sulla relazione con i genitori adottivi, la vera cura resta sempre e comunque l'adozione. Bisogna quindi curare l'adozione, cioè rimetterla in grado di assolvere ai suoi compiti terapeutici nei confronti dei bambini.

Nella prima parte del seminario verrà analizzata la funzione riparativa dell'adozione, che può essere considerata un'esperienza correttiva dell'attaccamento.

Attraverso la presentazione di una prima seduta videoregistrata saranno illustrate le difficoltà  derivanti dall'impatto dell'inserimento del bambino traumatizzato sulla famiglia adottiva e focalizzate le peculiarità  del processo di costruzione del legame di attaccamento tra il bambino e i genitori adottivi. Alla luce delle ricerche sull'attaccamento verranno discusse le rappresentazioni e le strategie adattive dei bambini che giungono in adozione e l'importanza delle risposte dei genitori adottivi per farle evolvere verso nuovi livelli di sicurezza, delineando il processo che rende l'adozione potenzialmente terapeutica. Saranno presentati alcuni strumenti diagnostici e terapeutici per sostenere il processo di costruzione della relazione di attaccamento.

Nella seconda parte del seminario verrà illustrata la funzione elaborativa dell'adozione. L'adozione per i bambini abusati e traumatizzati deve contribuire alla cura del trauma; storicamente, ha assolto il compito di riordinare il mondo esterno del bambino fornendogli genitori sostituti temporanei; è opportuno che si faccia carico di riordinare anche il suo mondo interno. Un percorso riparativo presuppone che man mano che il bambino evolve verso una maggior sicurezza, sperimentando nuovi modelli di relazione, sia anche sostenuto nell'attribuire un corretto significato alla sua esperienza. Attraverso la visione di due colloqui clinici con giovani adulti adottati si valuteranno gli esiti di due percorsi adottivi dal punto di vista delle capacità riflessive e matacognitive. Saranno presentati alcuni strumenti diagnostici e terapeutici per sostenere il processo elaborativo e l'apertura comunicativa nell'adozione.

Nella terza parte dell'intervento verrà evidenziata la necessità di costruire buone prassi di sostegno e di proporre interventi terapeutici che tengano conto della specificità adottiva. Gli interventi di sostegno dovranno essere mirati a supportare i compiti evolutivi dei figli e dei genitori nelle diverse fasi del ciclo familiare adottivo.

Nella terza parte dell'intervento verrà evidenziata la necessità di costruire buone prassi di sostegno al fine di prevenire l'insorgenza di crisi e di disruption nel percorso adottivo.

Saranno proposti interventi terapeutici che tengano conto della specificità adottiva; in particolare verrà presentato un lavoro in progress di modellizzazione di terapia familiare integrata con la teoria dell'attaccamento. 

Questo progetto, ancora in fase di realizzazione, si pone come obiettivo quello di mettere a punto e testare un modello clinico di intervento specificamente dedicato alle famiglie che hanno accolto bambini in adozione e che incontrano difficoltà  a costituirsi come realmente protettive e riparative rispetto alle esperienze di traumi e perdite subite dai figli nei loro contesti originari di crescita.

Bibliografia

Brodzinsky, D. M. (2005), Reconceptualizing Openness in Adoption: Implications for theory, research, and practice. In Brodzinsky, D. M., Palacios, J. (a cura di), Psychological issues in adoption. Research and practice. Praeger Publishers, New York.

Dallos, R. (2006), Attachment narrative therapy. Integrating systemic narrative and attachment approaches. Open University Press.

Crittenden P. (1999), Attaccamento in età adulta, Raffaello Cortina, Milano.

Crittenden P. (2008), Raising Parents, Willan UK.

Felitti, V. J., Anda, R. F., Nordernberg, D., Williamson, D. F., Spitz, A. M., Edwards, V., Koss, M. P., Marks, J. S. (2001), Relationship of childhood abuse and household dysfunction to many of the leading causes of death in adults. In Franey, K., Geffner, R., Falconer, R., The cost of child maltreatment: who pays? We all do, Family Violence and Sexual Assault Institute, S.Diego, ca.

Fonagy, P., Target, M. (1997), Attachment and reflective function: Their role in self-organization. In Development and Psychopatology, 9, pp. 679-700.

Howe, D., Fearnley, S. (2003), Disorder of attachment in adopted and fostered children: Recognition and treatment. In Clinical Child Psychology and Psychiatry, 8, pp. 369-387.

Palacios, J., (2010), Adozioni che falliscono. In Vadilonga, F. (2010),(a cura di) Curare l'adozione. Modelli di sostegno e presa in carico della crisi adottiva. Raffaello Cortina, Milano.

Stovall K.C., Dozier, M. (1998), Infants in foster care: An attachment theory perspective. In Adoption Quarterly, 2, pp. 55-88.

Vadilonga, F. (2010), Verso nuovi scenari adottivi. In Famiglia Oggi, n.5 sett./ott. 2010.

Vadilonga, F. (2010),(a cura di) Curare l'adozione. Modelli di sostegno e presa in carico della crisi adottiva. Raffaello Cortina, Milano. 

Vadilonga, F. (2009), L'adozione di fratelli tra rischio e risorse. In Minorigiustizia, 1, pp. 255-267.

Vadilonga, F. (2004), Abbandono e adozione. In Terapia Familiare, 74, pp.43-66.

Van Ijzendoorn, M.H., Juffer, F. (2006), The Emanuel Miller memorial lecture 2006: Adoption as intervention. Meta-analytic evidence for massive catch-up and plasticity in physical, socio-emotional and cognitive development. In Journal of Child Psychology and Psychiatry, 47, 1228-1245.





Segreteria (informazioni e iscrizioni):
Tel. 0422 430265 - Fax 0422 430265 e-mail: segreteria@itfv.it

Costi (IVA inclusa): Iscritti esterni 75,00 € - Soci AIMS SITF SIPPR 62,00 € - Ex allievi: 50,00 €
- Partecipanti con fattura PA (Pubblica Amministrazione): 90,00 € ESENTE IVA